Indicom news

Tutte le news dal mondo Indicom

La versione 1.7.1 delle specifiche tecniche della FE

versione-1.7.1 FE
L’AdE ha pubblicato la versione 1.7.1 delle specifiche tecniche della Fatturazione Elettronica

Nella giornata di lunedì 1 agosto, l’Agenzia delle Entrate ha emanato un comunicato tramite il quale ha annunciato la pubblicazione della nuova versione 1.7.1 delle specifiche tecniche inerenti la fatturazione elettronica.

Vediamo in breve quali saranno le novità introdotte a partire dal 1° ottobre 2022. Da tale data, infatti, la versione 1.7.1 delle specifiche tecniche entrerà in vigore.

Nuovo Tipo Documento

A seguito della partenza ufficiale, dal 1° luglio 2022, della FE tra Italia e San Marino, è stato aggiunto alla lista dei tipi documento presenti per il tracciato della fattura ordinaria il TD28. I contribuenti italiani potranno così comunicare operazioni di acquisto di beni da San Marino per le quali sono state ricevute fatture cartacee con indicazione dell’IVA.

Versione 1.7.1 delle specifiche tecniche: aggiornamento del blocco “AltriDatiGestionali”

Con l’introduzione della versione 1.7.1 delle specifiche tecniche sarà possibile compilare l’elemento 2.2.1.16.1 <TipoDato>, appartenenti al blocco 2.2.1.16 <AltriDatiGestionali>, con il valore “F24”. In tal modo si riporta in fattura l’informazione del pagamento dell’imposta a debito con versamento tramite modello F24.

Introduzione e aggiornamento dei codici errore

Codice errore 00401: l’indicazione di un’aliquota IVA diversa da zero qualifica l’operazione come imponibile. Quindi, non è ammessa la presenza dell’elemento, ad eccezione del caso in cui l’elemento TipoDocumento assume valore TD16.

Codice errore 00430: l’indicazione di un’aliquota IVA diversa da zero qualifica i dati di riepilogo come dati riferiti ad operazioni imponibili. Quindi, non è ammessa la presenza dell’elemento, ad eccezione del caso in cui l’elemento TipoDocumento assume valore TD16.

Codice errore 00476: nei casi di fatture aventi TipoDocumento TD17, TD18, TD19 e TD28. Quindi, laddove vi siano fatture che prevedono l’inversione dei soggetti, il sistema verifica che l’<IdPaese> del <CessionarioCommittente> non sia diverso da “IT” laddove l’<IdPaese> del <CedentePrestatore> è diverso da “IT”.

Codice errore 00471: aggiunto il TD28 alla lista dei TD per i quali non è possibile trovare il <CedentePrestatore> uguale al <CessionarioCommittente>

Codice errore 00472: i tipi documento TD21 e TD27 non ammettono l’indicazione in fattura di un <CedentePrestatore> diverso dal <CessionarioCommittente>.

Codice errore 00473: si aggiunge il TD28 a quei tipo documento che non ammettono l’indicazione in fattura di un cedente italiano. Inoltre, nel caso del TD28, l’elemento <IdPaese> deve essere valorizzato con il valore SM.

Codice errore 00475: si aggiunge il TD28 a quei tipi documento che prevedono obbligatoriamente la presenza della partita IVA del <CessionarioCommittente> laddove è prevista l’inversione dei soggetti.

Infine, l’AdE ha aggiornato anche la descrizione del codice natura N7. Ora risulta essere: IVA assolta in altro stato UE (prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele-radiodiffusione ed elettronici ex art. 7-octies, comma 1 lett. a, b, art. 74-sexies DPR 633/72).

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Leggi la politica sul trattamento dei dati personali

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere i nostri ultimi aggiornamenti dedicati alla digitalizzazione aziendale e al business process outsourcing 

Leggi la politica sul trattamento dei dati personali