Indicom news

Tutte le news dal mondo Indicom

Webinar Modifiche al tracciato XML: domande&risposte

Le risposte alle domande che ci sono pervenute durante il nostro webinar sulle modifiche al tracciato XML

In seguito al nostro webinar sulle modifiche al tracciato XML, argomento parecchio caldo e di cui avevamo già parlato in passato, sono arrivate tante domande dai partecipanti. Ecco le risposte degli esperti di Indicom ai quesiti più interessanti:

D: i tipi documento nuovi saranno obbligatori dal 1/01/2021?

Al momento sembra che sia obbligatoria l’applicazione solo dei nuovi Codici Natura.

D: sapevo che l’ADE aveva previsto l’eliminazione dello spesometro ma non e’ stato ancora deciso in via definitiva, pur usando i nuovi tipi documento. E’ ufficiale quindi?

Sì. L’utilizzo dei nuovi Tipi documento sostituisce l’invio del File Dati Fattura, c.d. “Esterometro”.

D: se DDT e la sua fattura hanno la stessa data, sarà TD01 o TD24. Preparo la spedizione, fatturo e i due documenti partono insieme: TD01 ?

L’utilizzo del TD24 è determinato dall’utilizzo o meno di un processo di fatturazione differita. La coincidenza tra data fattura e data DDT non sono rilevanti.

D: per i codici TD16 TD17 e TD18 devo far diventare i fornitori come clienti?

Con questi codici, i dati del fornitore devono essere inseriti nella sezione del “cedente/prestatore”.

D: TD25: da utilizzare anche sul suolo estero?

Il TD25 può essere utilizzato in sostituzione del codice TD01 per identificare una cessione di beni così come regolamentata dall’art. 21, comma 4, terzo periodo lett. b).

D: in xml non si inserirà l’importo bollo? Ovvero, in assenza del tag BolloVirtuale, l’azienda è tranquilla di non incorrere in sanzioni?

Al contrario. Il tag “BolloVirtuale” deve essere obbligatoriamente compilato in presenza di una fattura che sconta l’assolvimento dell’imposta. La non obbligatorietà riguarda solo la valorizzazione dell’importo.

D: Sezione soggetto emittente: è necessaria nei casi di Autofattura?

No, a meno che l’emissione non sia stata affidata ad un terzo.

D: I nuovi tipi di ritenuta, sono da considerarsi come trattenute? Ossia in fattura corrispondono a degli importi da sottrarre all’imponibile?

L’applicazione contabile di questi codici è quella prevista per la gestione delle ritenute d’acconto.

D: Se decido di creare i nuovi flussi per i tipi documento TD16, 17, 18, 19, che tempi ho per la spedizione dei flussi? Posso inviarli ogni 15 giorni rispetto alla registrazione della fattura?

In realtà la creazione di questi documenti è intesa come contestuale al momento di registrazione lato passivo. Ritengo quindi che anche l’invio al SdI debba avvenire in tempi rapidi.

D: Quando spedisco un flusso TD17 ovviamente devo inserire l’integrazione iva, nella sezione dedicata agli importi?

Corretto.

D: Quindi i TD riferiti all’integrazione delle fatture non sono obbligatori dal 1° gennaio 2021, però visto lo scopo di queste novità giustamente voi consigliate di renderli già operativi, giusto?

Corretto.

Clicca qui per vedere la seconda parte delle domande&risposte del webinar.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Translate »

Leggi la politica sul trattamento dei dati personali

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere i nostri ultimi aggiornamenti dedicati alla digitalizzazione aziendale e al business process outsourcing 

Leggi la politica sul trattamento dei dati personali