Indicom news

Tutte le news dal mondo Indicom

1° luglio 2022: cosa cambierà in ambito FE

1°_luglio_2022_fe
Scopriamo nell’articolo le principali novità che scatteranno dal 1° luglio 2022

Il 1° luglio sarà un crocevia importante per quelle che saranno tre rilevanti novità in ambito fatturazione elettronica B2b.

Nello specifico ci riferiamo a tre argomenti già trattati in nostri precedenti articoli:

  • Obbligo di FE per il regime forfettario
  • Obbligo di FE tra Italia e San Marino
  • Abolizione esterometro e nuove modalità di comunicazione delle operazioni transfrontaliere

Rivediamo in breve le principali novità.

Obbligo di FE dal 1° luglio per il regime forfettario

L’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica ai forfettari e alle associazioni sportive dilettantistiche (Legge 398/91) chiarisce ancora una volta quello che è l’obiettivo principale di Governo e Agenzia delle Entrate. Si tratta, come è facile intuire, della riduzione dell’evasione in materia di IVA.

Il nuovo obbligo, frutto delle novità introdotte dal PNRR 2, riguarderà tutti quei contribuenti che abbiano conseguito nell’anno precedente ricavi o compensi superiori a 25.000€. Per i restanti contribuenti l’obbligo scatterà dal 1° gennaio 2024.

Rimangono esclusi anche per tutto il 2022 i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria, per i quali si attende parere positivo da parte del Garante.

Obbligo di FE tra Italia e San Marino dal 1°luglio

Dopo il periodo transitorio iniziato il 1° ottobre 2021, dal 1° luglio entrerà a pieno regime il sistema di fatturazione elettronica tra Italia e San Marino. L’obbligo di trasmissione e ricezione delle fatture tramite SdI riguarderà tutta le operazioni effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato e soggetti residenti nella Repubblica di San Marino.

L’asse della fattura elettronica Italia-San Marino poggia su due elementi fondamentali. Si tratta delle piattaforme di interscambio nazionali ossia, rispettivamente, lo SdI e l’HUB-SM. È importante sottolineare l’obbligatorietà del passaggio attraverso l’HUB-SM. L’AdE, infatti, non prenderà in lavorazione le fatture che non sono pervenute allo SdI tramite la piattaforma sanmarinese. Da segnalare, inoltre, il codice destinatario 2R4GTO8 che verrà utilizzato negli scambi tra i due paesi.

Con l’obbligo della fattura elettronica anche i forfettari che hanno conseguito nell’anno precedente ricavi o compensi superiori a 25.000€ dovranno rispettare, a partire proprio dal 1° luglio, le nuove modalità di comunicazione delle operazioni tra Italia e San Marino.

Abolizione esterometro e nuove modalità di comunicazione delle operazioni transfrontaliere

Il 1° luglio segnerà la data in cui l’esterometro andrà in pensione. L’entra in vigore della versione 1.7 delle Specifiche tecniche in materia di Fatturazione elettronica obbligherà i contribuenti a comunicare i dati delle operazioni transfrontaliere con soggetti non stabiliti nel territorio italiano secondo due nuove modalità:

  • Operazioni attive, tramite trasmissione a SdI delle fatture elettroniche riportanti nel campo <CodiceDestinatario> il valore “XXXXXXX”
  • Operazioni passive, tramite trasmissione a SdI delle integrazioni (reverse charge) delle fatture ricevute da fornitori esteri utilizzando i nuovi codici fattura TD17, 18 e 19.

Anche in questo caso i soggetti appartenenti al regime forfettario coinvolti nell’emissione di FE dovranno rispettare, a partire proprio dal 1° luglio, le nuove modalità di comunicazione delle operazioni con soggetti non stabiliti nel territorio italiano.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Leggi la politica sul trattamento dei dati personali

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere i nostri ultimi aggiornamenti dedicati alla digitalizzazione aziendale e al business process outsourcing 

Leggi la politica sul trattamento dei dati personali